Agguato vigliacco

La notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre 2004, verso le 2 e mezza del mattino, una decina di boneheads, a seguito di un appostamento in via delle Rose, adiacente al centro sociale Pacì Paciana di Bergamo, aggrediscono due ragazzi e due ragazze, mentre entrano nella loro automobile per rincasare. Una strana coincidenza: proprio il 17 ottobre ricorre la data in cui, alcuni anni fa, 30 boneheads assaltarono il centro sociale.

 
La data “speciale”, così come la dinamica vigliacca dell'agguato, rivelano innanzitutto la premeditazione del fatto e inseriscono lo stesso in una più ampia strategia di aggressioni e provocazioni sistematiche condotta dalla primavera del 2004 dal gruppo Skinheads Berghèm. Nel comunicato si fa riferimento anche alla partecipazione di boneheads provenienti dal resto della Lombardia, aspetto che ricorre in quasi tutte le azioni compiute dal gruppo, dal giugno 2003 a oggi.

 

Di seguito la lettera inviata dal centro sociale Pacì Paciana ai quotidiani locali (mai pubblicata) e l'articolo de L'Eco di Bergamo, dove, oltre a non collegare l'episodio a quelli dei mesi precedenti, non si chiarisce nemmeno la natura politica dell'agguato. Le dichiarazioni dei giovani aggrediti sono invece inventate di sana pianta dal cronista del quotidiano, non essendo essi mai stati interpellati sull'accaduto. 

La notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre, alle ore 2:30 circa, dieci skinhead di estrema destra, a seguito di un appostamento, aggredivano due ragazzi e due ragazze in via delle Rose, adiacente al centro sociale Pacì Paciana, mentre i quattro rincasavano dopo aver assistito al concerto in programma quella sera. Le "teste rasate", bastoni e coltelli alla mano, ferivano non gravemente uno dei giovani, trasportato poi al Pronto Soccorso, e accanendosi sulla loro automobile infrangevano tutti i vetri ed i fari e squarciavano le quattro gomme. Gli aggressori, alcuni dei quali provenienti da altre città limitrofe, si dileguavano in pochi secondi facendo perdere le proprie tracce. L'agguato di sabato notte è l'ultimo di una serie di gravi episodi verificatisi a Bergamo nell'ultimo anno ad opera di "naziskin". Tra questi i più salienti sono: l'aggressione di quattro persone presso l'Unes di Bonate Sotto avvenuta in data venerdì 13 giugno 2003, conclusasi con l'incendio della loro auto, la tentata aggressione di alcuni giovani vicini all'area dei centri sociali verificatasi sabato 24 aprile in Porta Nuova, l'accoltellamento ai danni di due ragazzi del c.s.a Pacì Paciana (domenica 1 agosto, Città Alta). Non vogliamo dilungarci sul rischio corso sabato notte, nè nel considerare come esista un evidente collegamento tra questo episodio, gli episodi sopraelencati ed altri analoghi che sempre più frequentemente si sono susseguiti nell'ultimo anno in tutto il nord Italia; auspichiamo quantomeno che tutti prendano atto della pericolosità di questi individui e che si esca una volta per tutte dalla logica della "rissa tra bande".

c.s.a. Pacì Paciana

L'Eco di Bergamo, MARTEDÌ 19 OTTOBRE 2004
"PACÌ PACIANA", QUATTRO AGGREDITI

"Ci hanno aggredito 10 “skinhead” mentre uscivamo da un concerto". Questo il racconto fatto da quattro ragazzi di Lecco che, sabato sera, hanno partecipato ad un concerto al centro sociale Pacì Paciana: "Al rientro verso casa hanno accerchiato la nostra auto, frantumato tutti i finestrini, sgonfiato le gomme e ferito al viso uno di noi, che si è poi fatto medicare al pronto soccorso". L'aggressione sarebbe avvenuta alle 2:30 di sabato sera vicino al centro sociale.

This entry was posted in Monitor. Bookmark the permalink.

1 Response to Agguato vigliacco

  1. Pingback: What is amoxicillin.

Comments are closed.